Mimmo Loiero ritorna ON LIVE

Dettagli

Ciao a tutti

Devo scusarmi se sono rimasto assente per tanto tempo.

Una vacanza forzata.

Un mese intero a riposo.

Più un altro mese per riposarmi del riposo.

Ne avrei fatto volentieri a meno.

A Soverato nel frattempo non sembra sia accaduto granché. Come era prevedibile, sia nel centrodestra che nel centrrosinistra, la situazione si è incartata, ingessata, bloccata. No! Addirittura una macchina del tempo l'ha riportata a sei annio fa.

Nel centrosinistra identici zig zag dei "movimentisti" che ora si chiamano Interessi Collettivi.

Accordi e non accordi. Coi partiti e senza partiti, Calabretta candidato e Calabretta non candidato. Primarie o non Primarie. Il vago ricordo di una storia breve ma forte e i miracoli di San Pasquale impediscono di fare come tutti gli altri, ma la tentazione è irresistibile.

Perchè nella politica attuale, a Soverato come altrove, chiuse le sezioni, mandati a casa i militanti, sradicata la tentazione di discutere, capire, decidere collettivamente, le elezioni non sono più un momento (importantissimo certo) della politica, ma l'unica politica rimasta. La conquista della possibilità di governo delle istituzioni non è più un obiettivo sociale o di classe, ma un malloppo, una riffa, una preda per interessi, ambizioni, vanità di individui e gruppi.

Non essendoci la politica, non ci sono più le passioni forti e partecipate a livello di massa, quindi manca sia il lavoro duro e paziente sia le lotte. Le istituzioni si ereditano.

Non essendoci più sezioni, militanti, discussioni e decisioni collettive si punta tutto sulla debolezza degli avversari, sulle loro incapacità, sulle loro inefficienze e figuracce.

Per vincere in questa totale assenza non solo di politica, ma di vita sociale non serve coinvolgere, discutere, convincere... Basta apparire in TV come meno peggio degli avversari.

Di questo parlo nell'articolo Ciucci, candidati e elezioni primarie... che trovate tra le cose che ho scritto in questi giorni.

Trovate pure una filastrocca in dialetto suvaratanu: 'U sindacu 'e sant'Antoni su un antico vizio dei calabresi. Quello di desiderare a parole la migliore classe dirigente politica ma di ridursi sempre a votare per l'amico...

Ben trovati. Buona lettura. Aspetto commenti

Mimmo Loiero

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

   

Bacheca Eventi

Referendum NO TRIV

Assemblea organizzativa

Comprensorio di Soverato

Sabato 12 Marzo ore 18

Presso l'Acquario di Soverato

   

Bacheca Avvisi

   

Bacheca Cerca-Trova

   
© ADGRAPHISART