Le mutande alle statue di gesso

Dettagli

Ho l’impressione che la corruzione e l’insipienza della nostra classe dirigente politica, oltre ad essere una delle cause della crisi economica, sia un’ottimo alibi per chi vuole rottamare ogni minimo residuo di democrazia di controllo sociale e di buon senso in questo paese.

Così invece di far fuori i corrotti e istituire controlli più severi ed efficienti per chi governa, si cancellano o si indeboliscono le strutture di partecipazione e di controllo e si aumentano le opacità ed i commissariamenti. Si vogliono i giovani in politica non perchè (e se) più coraggiosi e liberi da pregiudizi ma perché (e se) più malleabili.

Occorrerebbe solo un po’ di buon senso per capire che è meglio un vecchio senatore onesto lucido e combattivo di un/una giovane battilocchio che risponde alla voce del padrone e dei soldi. Un po’ di buonsenso per capire che, per converso è meglio un/una diciottenne coraggioso e libero piuttosto che un politico di tre cotte furbo e ladro.

Bisogna cioè ricercare l’innocenza, la conoscenna e le virtù civiche che si guadagnano con la fatica ed una vita specchiata piuttosto che una verginità quasi sempre vendibile al primo offerente

Nello specifico della Melandri, zarebbe giusto dire che non doveva essere nominata presidente del Maxxi non perché ha fatto la ministra ma, magari, perché l’ha fatta male. Non perché è stata un politico ma perché, magari, ci sono centinaia di giovani che hanno un curriculum migliore del suo...

Ho paura che di questo passo la corruzione si moltiplicherà, ma per salvare la faccia, metteranno di nuovo le mutande alle statue di gesso.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

   

Bacheca Eventi

Referendum NO TRIV

Assemblea organizzativa

Comprensorio di Soverato

Sabato 12 Marzo ore 18

Presso l'Acquario di Soverato

   

Bacheca Avvisi

   

Bacheca Cerca-Trova

   
© ADGRAPHISART